colazione-copenhagen
Danimarca,  Viaggi

Dove fare colazione a Copenhagen, i miei posti preferiti!

La colazione a Copenhagen si respira nell’aria, ha il profumo di cannella, cardamomo e dei lievitati, con cui i danesi devo ammettere mi abbiano lasciata a bocca aperta.

I miei consigli su cosa fare a Copenhagen 3 giorni, sono già raccolti in un articolo, quella che state per leggere sarà un’integrazione sul magico mondo delle colazioni. Pronti?

DOVE FARE COLAZIONE A COPENHAGEN:

*Sanct Peders Bageri
Il mio primo approccio con i forni danesi che, nonostante il servizio poco accogliente, ha immediatamente posto l’asticella delle mie aspettative sulle colazioni danesi molto, molto in alto. Il locale è piuttosto piccolo e con meno di cinque tavoli, motivo per cui potreste dover considerare l’opzione take away. Ne vale la pena? Assolutamente sì.
Pane, biscotti e prodotti da forno dolci e salati che sfilano fra vetrina e un grandissimo bancone, saranno un magnete per i vostri occhi e il vostro stomaco.
Io ho dato voce alla mia bramosia e senza pensarci due volte ho ordinato un cinnamon bun dalla forma tonda e piatta, che in questo caso non pregiudica la morbidezza dell’impasto.
Altrettanto buoni e soffici, i loro lievitati salati e il pane!

bakery-copenhagen
Sanct Peders Bageri – ©Mordi&Fuggi

Solo al mio rientro ho scoperto che Sanct Peders Bageri si sia piazzato al terzo posto nella classifica delle migliori pasticcerie di Copenhagen nel 2021.

*Ipsen&co
Nominato tra i ‘Best café in Copenhagen’, e a ragion veduta. Da colazione a merenda, passando per il pranzo, Ipsen&Co è un punto di riferimento non solo per preparazioni tipicamente danesi ma proposte internazionali come waffle e bowl di yogurt. Qui i dolci alla cannella hanno la forma a ‘girella‘, completamente diversi rispetti a quelli provati negli altri locali. Per gusto personale preferisco quelli a ‘nodo‘ perché mi sembra siano in grado di conservare meglio la morbidezza e l’umidità dell’impasto.

caffe-copenhagen
©Mordi&Fuggi

*Apotek 57
I lievitati di Chiara Barla, in un locale splendido come Apotek 57, sono come una coperta che protegge dal freddo di Copenhagen.
Croissant, cinnamon bun, cardamomo bun e prodotti da forno vengono preparati quotidianamente con passione e capacità, in questo locale dai colori tenui. Le specialità variano a seconda della stagione e sono ideate direttamente da Chiara.
Il locale corrisponde all’immagine che ognuno di noi ha del minimalismo e del design nordico, sinonimo di ristoro, relax e pace.
Il cinnamon bun ha dimensioni e nodo differenti rispetto agli altri, conserva comunque una morbidezza inspiegabile.

cinnamon-bun-apotek57
Apotek 57 – ©Mordi&Fuggi

Ho assaggiato anche la novità stagionale, una tortina di mele con miele e crème fraîche, e uno dei loro croissant, annodato in maniera diversa (e molto più scenografica, aggiungerei) rispetto a quelli proposti solitamente. Burroso, dalla sfoglia perfetta e croccante, cotto in maniera impeccabile.

apotek57-colazione-a-copenhagen
Apotek 57 – ©Mordi&Fuggi

*Holm Bageri
Un forno scoperto per caso, in grado di accontentare palati dalla colazione all’aperitivo, con prodotti dolci e salati preparati quotidianamente. Si trova in pieno centro a Copenhagen; non fatevi ingannare dall’estetica meno di impatto rispetto agli altri locali, perché i loro lievitati non hanno nulla da invidiare agli altri nomi di questo articolo.
Io ho assaggiato il loro cardamomo bun, l’ho trovato molto zuccherino, soffice e cotto in maniera omogenea.

cardamomo-bun
Holm Bageri – ©Mordi&Fuggi

*Hallernes
Per i sostenitori della colazione salata che desiderano non allontanarsi dalla tradizione culinaria danese, la soluzione è lo smørrebrød di Hallernes. Servito con diversi condimenti, si posiziona tra i migliori open toast assaggiati a Copenhagen.

hallernes-smorrebrod
Hallernes – ©Mordi&Fuggi

*Café Flottenheimer
In questo locale lungo e stretto, con il sofferto coperto di piante (cosa che ho adorato), credo di aver assaggiato il brunch più buono di sempre, quello che mi ha fatto rivalutare l’intero concetto attorno a cui ruota questo pasto. Non sarà una colazione di quelle dolci che intendo io, ma per i lettori poco mattinieri è un’opzione che consiglio fortemente. Un unico piatto con pietanze dolci e salate al costo di circa 19€.

Grande varietà, piatti cucinati al momento e sapori molto ben equilibrati.
Lo consiglio anche per un pranzo rapido, seppur non in stile danese!

brunch-copenhagen
Café Flottenheimer – ©Mordi&Fuggi

*Meyers Bageri
Leggermente decentrato e raggiungibile in circa quindici minuti a piedi. Anche qui ho scelto di assaggiare un cinnamon bun, proposto in una veste ancora diversa rispetto agli altri. Soffice, con un sentore di cannella più delicato rispetto agli altri ma dalla pasta ugualmente soffice. Qui i croissant hanno la forma canonica, sono sfogliati e burrosi quanto basta, anche se devo ammettere che nella mia personale classifica arrivano secondi rispetto ad altri in questa lista. Il pane invece, è davvero imperdibile.

cinnamon-bun
Meyers Bageri – ©Mordi&Fuggi

Con grande, grandissimo, immenso dispiacere non sono riuscita a provare tutti i forni e le caffetterie che avrei voluto (anche se in tre giorni mi sembra di aver raggiunto un ottimo risultato), per spirito di condivisione ve le scrivo di seguito, sono sicura farete buon uso di questa lista:

*Leckerbaer
Una piccola pasticceria che ha l’obiettivo di rivisitare i più classici biscotti al burro danesi. E ci riesce benissimo, con una tecnica e una presentazione inconfondibili fra tutte le altre pasticcerie. Il locale non è grandissimo e leggermente defilato dalle vie del centro, ma vale assolutamente la pena. Lemon curd, meringhe, yuzu e cioccolato, ma anche ingredienti stagionali e dolci da capogiro, non solo per la perfezione estetica, le forme, i colori, e l’attenzione ai dettagli, ma anche l’equilibrio degli ingredienti e la loro qualità.

Leckerbaer-copenhagen
Leckerbaer – ©Mordi&Fuggi

*Juno the bakery
Uno dei forni più famosi e frequentati della città, a ragion veduta. Questo locale non ha posti a sedere all’interno, ma un piccolo cortile con circa una ventina di posti e – a prescindere dal clima di Copenhagen – la fila di clienti che attendono di acquistare i loro incredibili prodotti da forno. Non preoccupatevi, è molto scorrevole.

Probabilmente qui ho assaggiato il miglior cardamomo bun della città, accompagnato da una torta al limone che oserei accostare a una Torta Paradiso, perché in Paradiso porta davvero. Zuccherina, al sapore di limone e soffice come poche altre. Dato che non c’è due senza tre, consiglio anche la girella al pistacchio, veramente incredibile.

Da Juno anche il caffè filtrato è davvero ottimo, da provare!

Juno-bageri
Juno – ©Mordi&Fuggi
Juno-bakeri-colazione
Juno – ©Mordi&Fuggi

*Andersen & Maillard
Caffetteria e forno artigianale in pieno stile nordico, premiato più volte per la qualità dei loro prodotti. Trovo sia semplicemente una delle tappe imperdibili (Lo so, l’ho detto per ognuno di questi forni, ma è la verità!). Una volta entrati, a catalizzare l’attenzione è il bancone sulla destra, dove croissant, lievitati sfogliati perfettamente e dolci tipicamente nordici metteranno in crisi le vostre papille gustative.

Non mi pento di aver provato una buona quantità dei loro dolci e quelli che consiglio sono sicuramente la sfoglia farcita di pistacchio e quella alla cannella. Umidi, perfettamente realizzati, burrosi quanto basta da non risultare mattoni.

Ecco, forse quello che ho apprezzato meno in questa caffetteria… è il caffè filtrato!

andersen-maillard-colazione-copenhagen
Andersen&Maillard – ©Mordi&Fuggi
COLAZIONI A COPENHAGEN, LA LISTA DEI DESIDERI:

*Hart bageri
Prodotti da forno dolci e salati, ma anche torte cremose e realizzate con grande precisione.

Spero di riuscire ad aggiornare questa lista almeno con cadenza annuale, se così non fosse e voi aveste consigli su dove fare colazione a Copenhagen, potete aiutarmi scrivendomeli qui sotto oppure taggando @mordiefuggiblog su Instagram!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *