conero-marche
Viaggi,  Europa,  Italia

Quattro giorni nelle Marche, cosa vedere e dove mangiare

Credo di non aver mai visto in nessun altro luogo, i campi di girasole a perdita d’occhio come nelle Marche.
Visitare l’intera regione in pochi giorni è un’impresa davvero impossibile, ma prometto di aver fatto il mio meglio per mostrarvi cosa vedere e dove mangiare nelle Marche in quattro giorni.

L’intero road trip ve l’ho mostrato su Instagram e raccontato nel dettaglio in un articolo, ma se quello che cercate è una lente di ingrandimento sulla regione Marche, prendete carta e penna!

ancona
Ancona – ©Mordi&Fuggi

*ANCONA
Ancona è la città che ho scelto come base e che, nonostante ammetto non nutrissi altissime aspettative, si è rivelata una scelta davvero pratica. Suggerirei di dedicarle una giornata, potete usare i mezzi di superficie per spostarvi ma vi assicuro si giri tranquillamente a piedi. Da non perdere sono la Mole Vanvitelliana (ex Lazzaretto oggi organizzato come fosse una piccola città), il Duomo di San Ciriaco che si erge su un promontorio a picco sull’Adriatico e l’Arco di Traiano.
Una tappa che io ho incluso ma che ad oggi non consiglierei è il Parco del Cardeto, che purtroppo ho trovato davvero poco curato rispetto alle aspettative.

san-ciriaco-ancona
Duomo San Ciriaco – ©Mordi&Fuggi

*SPIAGGIA DEL PASSETTO
Potremmo definirla ‘spiaggia cittadina’. La vera attrazione di questa spiaggia non è il mare, bensì la terraferma… E si declina in tante porticine colorate che nascondono piccole grotte ricavate nel ‘900 nella roccia, le quali servivano a ritirare le imbarcazioni durante le giornate di sole. I proprietari si chiamano grottaroli e si tramandano di anno in anno questi spazi, rendendoli sempre più vivibili, decorati e attraenti.

spiaggia-del-passetto-ancona
Spiaggia del Passetto – ©Mordi&Fuggi

*GROTTE DI FRASASSI E TEMPIO DEL VALADIER
Le informazioni dettagliate sulla visita di questi due luoghi meravigliosi, sono tutte in un articolo dedicato. Qui aggiungo che se potessi scegliere una sola cosa da vedere nelle Marche, sarebbe proprio questa. La visita guidata nelle grotte credo sia una delle migliori mai fatte, a cui si aggiunge la bellezza da Sindrome di Stendhal, il cui merito va alle formazioni rocciose.

tempio-valadier-marche
Tempio del Valadier – ©Mordi&Fuggi

*RECANATI
Il borgo de ‘L’Infinito’. Quello dell’ermo colle che a scuola abbiamo immaginato tutti almeno una volta, chiedendoci “Chissà com’è il panorama da lì”. Recanati è come un quadro, oppure uno di quei progetti in 3D dove tutto è al suo posto. La piazza spaziosa con il campanile, le persone che camminano placide fra le vie, i muri in pietra e i colori neutri che lo fanno sembrare un presepe. Impossibile lasciare il borgo senza aver visitato la Casa di Leopardi, la piazza che ha ispirato ‘Il sabato del villaggio’ e, ça va sans dire, l’ermo colle.

*RIVIERA DEL CONERO
La metto tra gli imperdibili delle Marche ma, badate bene, la sconsiglio fortemente durante i mesi estivi perché potreste non conservarne un piacevole ricordo. Parliamo del Parco del Conero e delle sue meravigliose spiagge. Prima di visitarle, mettete in conto di avere in valigia una cosa importantissima: la pazienza. Le spiagge sono visitabili previa prenotazione sul sito web, ma attenzione, perché potrete prenotare solamente 48h prima del giorno prescelto solamente le spiagge all’interno del comune in cui soggiornate. Per le altre, le prenotazioni sono aperte dalle ore 20.00 della sera prima. Insomma: trovare posto è quasi impossibile. Esattamente come trovare parcheggio. Avete presente quando si dice ‘Bello ma non ci vivrei’? Ecco. ‘Bello, ma non tornerei. Almeno non in estate’.

conero-marche-viaggio
Riviera del Conero – ©Mordi&Fuggi

*FABRIANO
Un paesino minuscolo, che come Recanati, ci ricorda la scuola. Nello specifico quaderni e album da disegno. È proprio QUEL Fabriano. Il consiglio è prenotare una visita al Museo della Carta e successivamente, l’Antica Farmacia Mazzolini Giuseppucci.

*LAME ROSSE
Il trekking per tutti in provincia di Macerata. Anche in questo caso l’articolo con tutti i dettagli pratici lo trovate qui. Considerate di dedicare a Lame Rosse mezza giornata, dato che la passeggiata occuperà almeno 3 ore. Si tratta di un’attività affrontabile davvero da tutti, tranne che per i passeggini, che consiglio di lasciare in auto (è una specifica necessaria, perché ho visto passeggini abbandonati lungo il percorso).

lame-rosse-trekking
Lame Rosse – ©Mordi&Fuggi
MARCHE, DOVE MANGIARE:

E cos’è un road trip alla Mordi&Fuggi senza consigli gastronomici? Ho amato la cucina marchigiana, che mi ha permesso di conoscere una prelibatezza a me sconosciuta fino a quel momento: il ciauscolo.

Se non sapete di cosa si tratti, è un particolare insaccato di maiale, talmente fresco da essere spalmabile. E di nuovo, se non sapete di cosa sto parlando, dovreste davvero recuperare questo assaggio.

*BONTÀ DELLE MARCHE – ANCONA
A metà tra una gastronomia e un piccolo ristorante, è un locale che consiglio a chi è alla ricerca di un pranzo veloce ma non vuole rinunciare ai prodotti del territorio. Si tratta di una gastronomia con servizio al tavolo e vendita di prodotti locali. Le proposte del menù variano spesso e dipendono principalmente dalle preparazioni quotidiane. Tra i locali con bottega che ho provato, questo è fra tutti quello che ho preferito.
Spesa media 15€ a persona.

bontà-delle-marche
Bontà delle Marche – ©Mordi&Fuggi

*LA VECCHIA OSTERIA – ANCONA
Un ristorante a conduzione familiare che intende elevare l’antica tradizione di pesca della città di Ancona. Difficilmente non rimarrete soddisfatti delle loro proposte, che ruotano attorno al pescato locale dal 1978. Fra tutti i piatti provati (ci sono stata due sere di fila, tale era l’entusiasmo), consiglio assolutamente la padellaccia di crostacei e il celebre brodetto all’anconetana.
Spesa media 25€ a persona.

vecchia-osteria-ancona
La Vecchia Osteria – ©Mordi&Fuggi

*TAVERNA DA IVO – FABRIANO
Ammetto di aver scoperto Taverna da Ivo per caso – soprattutto per fortuna. Si tratta di un locale rustico, senza fronzoli, con i mattoni a vista e un servizio alla mano, familiare. Sin dall’ingresso, l’attenzione viene catalizzata dal grande bancone dove sono esposte le bontà del giorno. Il menù elenca specialità della cucina umbro marchigiana, sulle quali consiglio di concentrarvi. Buona la tipica crescia, i salumi, formaggi, e i secondi davvero ben eseguiti. Il tutto per una cifra davvero congrua.
Spesa media 20€ a persona.

taverna-ivo-fabriano
Taverna da Ivo – ©Mordi&Fuggi

*ARS VIVENDI – CIVITANOVA MARCHE
Sono stata da Ars Vivendi su consiglio di un abitante della zona, e non sarebbe potuta andare meglio. Enoteca, osteria e cucina del territorio. Tutto questo in un locale dove nulla è lasciato al caso. A colpirmi anche l’estetica e l’arredamento, che sono frutto delle due personalità dietro Ars Vivendi. Il servizio è gentile e professionale. Consiglio assolutamente il tagliere di salumi del territorio e la carne, che ho trovato davvero trattata con rispetto e conoscenza della materia prima. I dolci sono sfiziosi e a parere mio, da non perdere.
Spesa media 30€ a persona.

ars-vivendi-civitanova-marche
Ars Vivendi – ©Mordi&Fuggi

*IL SOLENGO STREET FOOD – LAGO DI FIASTRA
Non sarà un locale nella stessa misura degli altri, ma merita la citazione considerando che sarà il food truck che vi farà compagnia prima del trekking a Lame Rosse. Il Solengo è il ristorantino su quattro ruote dove dirigervi per non rimanere a corto di acqua e cucina maceratese. Panini farciti con ingredienti del luogo e di qualità, insalate e salumi a prezzi irrisori. Sì, ovviamente ho preso il ciauscolo.
Spesa media 5/10€ a persona.

solengo-fiastra
Il Solengo – ©Mordi&Fuggi

Qui i miei migliori consigli per passare quattro giorni nelle Marche e non perdere le migliori attrazioni. Non credo esista un tempo sufficiente interno a una vacanza per sperimentare quanto la regione ha da offrire, ma perché non iniziare da qui?

Avete già visto questi luoghi o provato alcuni dei ristoranti? Fatemelo sapere qui sotto con un commento oppure taggando @mordiefuggiblog su Instagram… Ogni consiglio è ben accetto!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *