mordiefuggi streetfood
Spensierata-mente

Come mangiare street food senza effetti… Collaterali

Ci sono due tipi di persone, quelle che sentendo le parole street food si immaginano cibi grassi, fritti, incredibilmente buoni e appaganti… E quelle che mentono.

D’altronde cosa è lo street food se non un Carnevale di Rio sulle papille gustative e un Gaviscon per cui “ne è valsa la pena”?

Solo al pensiero mi tornano in mente le piastre sfrigolanti di Khaosan Road, il nasi goreng di fronte alle terrazze balinesi e perché no, un’arancina (o arancino? Ancora non mi è chiaro) in giro per Palermo.

pad-thai-street-food
Pad Thai

Lo street food è quasi sempre il modo più economico, rapido e sincero per avvicinarsi alla cultura del paese che si sta visitando, ne sono una ferma sostenitrice; il punto è che non è tutto oro ciò che luccica.
Magari, come è successo a me in Thailandia, rimani abbagliato in un primo momento, poi aguzzi la vista – che fino a poco prima era offuscata dai fumi di un meraviglioso roti fritto – metti a fuoco, e realtà è un po’ diversa.

Quegli spiedini di pesce crudo da quante ore sono sotto il Sole? È normale che su quella frutta stiano camminando degli animaletti? Non ho capito, quella carne l’hai cotta stamattina, sono le 20:00 e adesso me la devo mangiare direttamente dal banchetto?

Dato che non vorrei vi rovinaste la vacanza, ecco alcuni consigli che ho potuto mettere in pratica in Thailandia nel momento in cui non sapevo a quale baracchino affidarmi.

papaya-salad-street-food

Ovviamente sono regole valide dovunque, non solo nel sud-est asiatico!

  • TANTA FILA… MEGLIO SE LOCAL!
    Non ce n’è, è il primo consiglio, quello di tutti.
    Quando c’è tanta gente e soprattutto del posto, vuol dire che vi trovate davanti a uno street food di tutto rispetto.
    Senza considerare il fatto che tanta gente = ricambio di ingredienti = no cibi vecchi.
  • MEGLIO SCEGLIERE CIBI BEN COTTI
    L’acqua con cui di solito vengono lavati frutta e verdura spesso non è potabile o comunque ha una carica batterica non indifferente.
    Per questo è sempre meglio scegliere cibi ben cotti, perché la cottura e le sue alte temperature uccidono tutti – o quasi – i batteri e i microbi che si trovano sulla superficie del nostro succulento piatto.
  • CARNE E PESCE? OK, MA COTTI AL MOMENTO
    La maggior parte dei chioschi thailandesi attira i famelici avventori mostrando delle vere e proprie passerelle di spiedini.
    Manzo, calamaro, coccodrillo, pollo… L’importante è che vengano cotti sotto i vostri occhi.
    Sono sicura che anche voi non abbiate l’ambizione di scoprire cosa succede mangiando alle 22:00 uno spiedino di gamberi cotto alle 10:00 di mattina e rimasto tutto il giorno sotto il sole e a portata di sporcizia.
  • ATTREZZATURA&CO
    Il concetto di pulizia, si sa, è sempre molto relativo, però possiamo dire che ci siano alcune condizioni più agevoli di altre. La conservazione dei cibi ad esempio, è uno dei dettagli a cui è bene prestare attenzione.
IMG 4367

L’ultimo consiglio può sembrare scontato e banale, ma è proprio a quello cui bisogna affidarsi nella maggior parte dei casi: il BUONSENSO!

Ognuno di noi conosce perfettamente il proprio corpo e se, per dirne una, si è consapevoli di mal tollerare le spezie e i cibi piccanti, sicuramente non si ordinerà un piccante curry verde in Thailandia.

Anche perché il piccante thai, non è il piccante dell’nduja di zia Caterina.
È un piccante thai.

Questo non vuol dire che non dobbiate cedere allo street food, sia chiaro! Street food non è un sinonimo di intossicazione alimentare, anzi, durante tutto un mese in Thailandia ho spesso mangiato dimenticandomi di queste piccole ‘norme’ ed è sempre andato tutto bene… Per fortuna.

PS: Fossi in voi, un Imodium lo terrei comunque a portata di mano! 😛

Ecco le mie pillole di street food, anche perché, come avrei potuto passare per la Thailandia e non cedere?! Impossibile!

Se vi va, fateci sapere qui sotto quale sia il vostro street food preferito!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *