blue-temple-chiang-rai
Eventi&Collaborazioni,  Thailandia,  Viaggi

Un giorno a Chiang Rai per vedere i fantastici 3

Ancora più a nord di Chiang Mai – quasi al confine con la Birmania – si trova Chiang Rai, piccola città fondata da re Mengrai che per trent’anni la rese capitale del nord.

Oggi Chiang Rai è una piccola città che conserva parte della sua autenticità grazie al turismo piuttosto recente, basti considerare che fino a qualche anno fa non esistevano guesthouse o ristoranti che strizzassero l’occhio alla cucina occidentale.

È risaputo che “Il tempo è tiranno”, e durante questo viaggio mi sono dovuta confrontare spesso con questa cruda realtà che non mi ha permesso di soggiornare nemmeno una notte a Chiang Rai… Fortunatamente è arrivato TripGuru in mio soccorso che mi ha permesso di organizzare una gita in giornata partendo da Chiang Mai!

baan-dam-museum
Baan Dam Museum

L’escursione non prevede troppe tappe (considerate che solo per raggiungere Chiang Rai si impiegano almeno 3 ore di auto), nonostante ciò è stato possibile visitare tre bellissimi luoghi di interesse indubbiamente da includere nell’itinerario!

Una prima breve sosta sono le sorgenti di acqua termale all’ingresso della città – se non vi accorgeste delle sorgenti con la vista, il profumo di zolfo vi farà da guida – dove potrete immergere i vostri piedi nell’acqua bollente… Vedendo diverse persone intente a sperimentare questo toccasana, ci ho provato anche io, e non ho resistito con i piedi in acqua più di 3 secondi!

acque-termali-chiang-rai
Acque Termali

E dopo i piedi bolliti nell’acqua termale, pronti per camminare verso i magnifici 3, da non perdere assolutamente durante la vostra escursione a Chiang Rai!

TEMPIO BLU (ingresso gratuito)

È stato in assoluto il mio preferito.
Al suo ingresso, due enormi statue con il corpo da serpente e il volto umano, che danno il benvenuto e conducono a una fontana circolare al cui centro si trova una statua bianca di un monaco.
Dietro la fontana, eccolo, il piccolo tempio blu dai profili dorati circondato dalle divinità protettrici.

Blue Temple

L’interno è un trionfo di blu, oro e bianco, il bianco del Buddha gigante posto al centro. Impressionante e oggettivamente bello. Le forme e i colori che scorrono sulle colonne ai lati del tempio fino ad arrivare alle forme concentriche del soffitto restituiscono un senso di pace interiore e felicità, esattamente la sensazione che il colore blu voleva evocare nei visitatori.

tempio-blu-chiang-rai
Blue Temple
blue-temple-chiang-rai
Blue Temple

BAAN DAM MUSEUM – LA CASA NERA (ingresso 80 baht)

Un po’ studio d’arte, un po’ museo e infine, un po’ casa. Si tratta di un insieme di una quarantina di edifici dai diversi stili e misure che l’artista Thawan Duchanee ha voluto riunire all’interno di un unico grande giardino.
Non piace a tutti, il suo stile si posiziona tra l’eccentrico e il macabro, risultando allo stesso tempo estremo, affascinante ed elegante. La maggior parte degli edifici sono un mix di stili orientali e realizzati in teak, tra questi sono inserite alcune tondeggianti costruzioni in cemento.

Baan Dam Museum
Baan Dam Museum
baan-dam-house
Baan Dam Museum

Ogni edificio ha una forma diversa, e al suo interno si trovano vere e proprie collezioni di trofei di caccia e oggetti che raccontano la caducità della vita secondo l’artista thailandese.
Ossa, pelli di coccodrillo e orso, scheletri, corna e zanne di bufali ed elefanti. Il primo termine che userei per definirlo è macabro… Devo ancora capire se mi sia realmente piaciuto!

baan-dam-museo
Baan Dam Museum
baandam-museum
Baan Dam Museum
baandam-museum
Baan Dam Museum

WAT RONG KHUN – IL TEMPIO BIANCO (ingresso – 100 baht)

Dall’inferno andiamo direttamente in paradiso attraverso il Wat Rong Khun, iconico tempio di Chiang Rai.
Alla sola vista si percepisce la non convenzionalità del tempio, totalmente bianco e coperto di specchietti che riflettono la luce del sole, con attorno un fossato. Solo avvicinandosi, ci si rende conto che in realtà da quel fossato si elevano mani, mani che cercano di scappare dall’inferno e che vogliono raggiungere il paradiso.

White Temple

Il tempio è una costruzione piuttosto recente, iniziata nel 1997, parecchio criticata proprio per l’intenzione di non attenersi ai classici dettami dell’arte thailandese. Tra questi il colore bianco, che denota rispetto nei confronti del re (il colore giallo invece, è legato al rispetto nei confronti del Buddha).

tempio-bianco
White Temple
White-Temple
White Temple

L’interno del tempio è quasi più stravagante dell’esterno, peccato non aver potuto fare foto! Giallo e arancione sui muri, come un fuoco, solo che sui muri ci sono…Pikachu, Harry Potter, Spiderman, Doraemon, Pokèmon, supereroi e altri personaggi del loro calibro!

Ecco gli imperdibili tre, ma se vi fermaste a Chiang Rai più di un giorno, avrete innumerevoli altre opzioni tra cui scegliere! La zona è ricca di parchi nazionali, musei e templi cittadini… C’è solo l’imbarazzo della scelta!

Avete già visitato Chiang Rai? Se sì, non dimenticatevi di raccontarci cosa dovremmo vedere durante il prossimo viaggio!

chiangrai-temple
Chiang Rai

Se volete sbirciare il tour che ho fatto io, oppure farvi tentare dalle decine di altre opzioni, potete farlo qui:
https://thetripguru.com/tour/day-trip-to-chiang-rai-from-chiang-mai-white-temple-blue-temple-and-black-house

Articolo scritto in collaborazione con TripGuru

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *