Cena,  Cibo,  Pranzo

Cucina Lombarda: come si mangia da Stelvio a Milano secondo noi

Eccoci qui finalmente a parlavi di Stelvio, un ristorantino in via Sebenico 14 a Milano, (cucina lombarda) famoso per le sue enormi cotolette alla milanese, delle vere e proprie orecchie di elefante!

Questa volta voglio fare una classifica e partire dalle cose che ci sono piaciute tantissimo!

Al primo posto, indubbiamente la cortesia del personale, ragazzi giovani e molto sorridenti che ci hanno messo subito a nostro agio, non è una cosa scontata, un sorriso in più può fare la differenza, e qui da Stelvio ne abbiamo ricevuti tantissimi e siamo molto felici per questo!

Al secondo posto la location. Un posticino molto romantico, non dispersivo e intimo con tantissime lampadine appese al soffitto, creano un’atmosfera indimenticabile, l’arredamento, i quadri appesi al muro e il pavimento (sono fissata con i pavimenti particolari) ci sono piaciuti moltissimo, originali e moderni. Tutti gli “ingredienti” al posto giusto per una serata da condividere con amici, parenti o fidanzato/a

Location
Location
Location

Al terzo posto  il cibo. Come dicevo prima la cucina è lombarda, quindi siamo di casa, parliamo di pizzoccheri, sciatt, risotto, polenta e tanto altro.

Per iniziare abbiamo preso gli sciatt di grano saraceno, per chi non lo sapesse sono delle frittelline croccanti di forma tondeggiante con cuore di formaggio fuso. In questo caso servite in un cono di carta come da “street food”. Sapore delicato e coinvolgente, mi hanno fatto ritornare in mente quando ero piccolina e li mangiavo in montagna con i miei nonni.

Sciatt

Sempre come antipasto abbiamo provato delle polpettine di carne, buone ma non ci hanno entusiasmato come gli sciatt.

Polpettine

Come primo abbiamo optato ovviamente per un bel piatto di pizzoccheri, portati al tavolo direttamente in una pentola, anche l’occhio vuole la sua parte e la presentazione era ottima. Li ho trovati interessanti, non particolarmente gustosi nel senso che, se mi immagino il sapore dei pizzoccheri  le mie papille gustative si esaltano, in questo piatto era tutto molto delicato, forse troppo, però è un piatto che si è lasciato mangiare tranquillamente, se avessi potuto avrei fatto il bis, ecco forse non erano “pesanti” cioè, il pizzocchero ti deve saziare dopo una sola forchettata o almeno, personalmente lo preferisco così ma questa è solo la mia opinione :p

Pizzoccheri

Ed ecco il piatto forte, l’orecchia di elefante. Per noi milanesi la cotoletta alla milanese DEVE avere l’osso, questa di Stelvio no per il semplice fatto che le sue dimensioni sono davvero notevoli, poi è molto sottile, comunque anche questa piacevole.

Orecchia d’elefante

Per concludere un immancabile tiramisù.

Considerando che abbiamo preso due antipasti, un primo, un secondo, un dolce, due calici di vino, due caffè e l’acqua abbiamo speso intorno ai 90 euro, per noi cifra un po’ altina per essere in zona Isola.

La cosa che non ci è piaciuta ma che possiamo passarci sopra è stato il fatto che nella carta i prezzi erano piccolissimi, quasi introvabili e dopo qualche minuto che ho osservato il menù ho capito che erano attaccati al nome del piatto.

Comunque è un posto sicuramente da provare!

Voi siete stati da Stelvio? Fatecelo sapere con un commento qui sotto o taggandoci nelle vostre sorie di instagram 🙂

STELVIO

Indirizzo: Via Sebenico, 14, 20124 Milano MI

Telefono: 02 8928 8660

  Martedì al giovedì      19 – 23

     Venerdì e sabato      19 – 00

Domenica     12 -15, 19 – 23

  Lunedì      Chiuso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *