COPERTINA 1
Viaggi,  Italia

Firenze in 3 giorni: cosa vedere e dove mangiare

Firenze è un piccolo gioiello italiano, è la culla del Rinascimento, è arte, è buona cucina ed è tradizione. Ci sono stata durante le festività natalizie e non posso che confermare che sia la mia città italiana del cuore. Credo sia una città oggettivamente bella, tanto piccola da poter essere esplorata a piedi quanto piena di cose da vedere… e prelibatezze culinarie da assaggiare!

Firenze-cosa-vedere
Firenze – ©Mordi&Fuggi

Premesse:
1. Per ogni monumento, museo o attrazione di cui vi parlerò di seguito vige la regola “Prenotare il biglietto online in anticipo”, le attese rischiano di essere davvero infinite!
2. Ho volutamente rimosso i costi degli ingressi, perché si tratta di informazioni – purtroppo – che tendono a diventare obsolete in poco tempo.

Firenze-lungarno
Firenze – ©Mordi&Fuggi

FIRENZE: COSA VEDERE

Prima di visitare qualsiasi luogo, prendete confidenza con la città, esploratene le piccole vie e camminate. Osservate i palazzi, respirate i profumi. Fatevi sorprendere dall’unicità fiorentina e dalle sue botteghe artigianali. A questo punto potete iniziare con quelli che secondo me sono i must della città; ma mi raccomando, leggete fino in fondo, perché troverete altri preziosi consigli!

Firenze-uffizi
Firenze – ©Mordi&Fuggi
  • PIAZZA DEL DUOMO. Qui si trovano alcuni dei luoghi simbolo di Firenze: la Cattedrale di Santa Maria del Fiore con la meravigliosa Cupola di Brunelleschi, il Campanile di Giotto, il Battistero e il Museo del Duomo. Il mio consiglio è di acquistare il biglietto cumulativo, se non altro di non perdervi la salita sulla Cupola, per cui vanno specificati data e orario. Quest’ultima, ha sancito il mio profondo amore per la città, a prescindere dalla salita e dagli scalini stretti stretti, la bellezza dell’affresco l’ho trovata commovente.

duomo-di-firenze
Piazza del Duomo – ©Mordi&Fuggi
Firenze-cosa-vedere
Piazza del Duomo – ©Mordi&Fuggi
cupola-del-brunelleschi
Cupola del Brunelleschi – ©Mordi&Fuggi
cupola-del-brunelleschi-scale
Cupola del Brunelleschi – ©Mordi&Fuggi
  • PIAZZALE MICHELANGELO. Attraversando l’Arno, sulla sponda opposta al centro storico di Firenze, non potete perdervi il bellissimo panorama da Piazzale Michelangelo, che da semplice parcheggio vi regalerà uno dei più bei panorami della città. Qui il tramonto è uno spettacolo, che chiaramente non sarete i soli a voler vedere.
piazzale-michelangelo
Piazzale Michelangelo – ©Mordi&Fuggi
  • PONTE VECCHIO. Per raggiungere l’altra sponda dell’Arno, perché non percorrere il celeberrimo Ponte Vecchio? Unico ponte che non venne fatto saltare in aria dai tedeschi, oggi è costellato da botteghe di artigiani, ognuna delle quali è dotata di una sola vetrina racchiusa in spesse porte in legno.
ponte-vecchio-firenze
Ponte Vecchio – ©Mordi&Fuggi
  • UFFIZI E GALLERIA DELL’ACCADEMIA. Potrà sembrare scontato, ma una visita agli Uffizi penso sia davvero una tappa obbligatoria! Camminare lungo la Galleria, esplorare le sale minori alla scoperta di statue, quadri e opere che sono famose in tutto il mondo, è davvero impagabile. Davanti a La Primavera di Botticelli i brividi sono garantiti sia per gli appassionati di arte, sia per chi non lo è. Altra visita che a parer mio merita è la Galleria dell’Accademia, anche solamente per vedere il David di Michelangelo in tutto il suo splendore. Un enorme blocco massiccio che si staglia per più di 5m e che domina tutto quello che ha attorno. Immenso.
uffizi-cosa-vedere-firenze
Uffizi – ©Mordi&Fuggi
primavera-botticelle-firenze
Uffici – ©Mordi&Fuggi
david-galleria-accademia
David – ©Mordi&Fuggi
  • SANTA MARIA NOVELLA E SANTA CROCE. Una visita alle due basiliche – a parer mio – più belle della città è davvero imperdibile. Ci tengo a sottolineare però quanto secondo me la bellezza di Santa Maria Novella sia superata da quella dei suoi chiostri, soprattutto Il Chiostro dei Morti. Si tratta di una zona interamente coperta di lapidi, poiché questa zona era in passato adibita a cimitero. Su ognuna di queste, un breve racconto sulla vita del defunto… Sconvolgente e incredibile la scelta di parole utilizzate.
  • GUCCI GARDEN. Area espositiva, galleria e universo totalmente immersivo in grado di teletrasportare nel mondo delle campagne pubblicitarie del brand. Qui sono organizzate diverse sale che attraverso pannelli e allestimenti incredibili, raccontano Gucci da un punto di vista totalmente nuovo e non usuale.
gucci-garden-firenze
Gucci Garden Osteria – ©Mordi&Fuggi
  • OFFICINA PROFUMO – FARMACEUTICA DI SANTA MARIA NOVELLA. Nata come convento di frati domenicani, oggi è conosciuta come farmacia più antica del mondo e continua a svolgere la sua attività che le consente di essere conosciuta in tutto il mondo per le sue candele, i profumi e le ‘antiche preparazioni’. In città ha diverse sedi, ma quella che consiglio di visitare è quella in Via della Scala,16.

  • PALAZZO STROZZI, PALAZZO PITTI E BOBOLI. Tra i luoghi culturali adatti ad una passeggiata rilassante, sono sicuramente da includere i verdi Giardini di Boboli, racchiusi all’interno di Palazzo Pitti. Da non perdere anche il famosissimo Palazzo Strozzi, che spesso ospita esposizioni di artisti di fama mondiale.
palazzo-pitti-firenze
Palazzo Pitti – ©Mordi&Fuggi
  • CASA DI DANTE. E se invece quello che cercate è un’attività più economica, più leggera e meno impegnativa, quello che vi consiglio è di fare un salto alla Casa Museo di Dante Alighieri, che vi catapulterà direttamente ai tempi di guelfi e ghibellini.

  • PIAZZA DELLA REPUBBLICA. Qui si trovaun piccolo mercato di pelletteria al coperto “presidiato” dalla famosa statua del porcellino. La tradizione vuole che porti fortuna sfregare il naso del porcellino (che in realtà è un cinghiale), ma che sarebbe ancora più di buon auspicio introdurre una monetina sulla lingua del cinghiale e lasciarla cadere nella griglia posizionata sotto l’animale.
  • CIMITERO DEGLI INGLESI. Lontano dalle classiche rotte fiorentine, ma a poco meno di 20 minuti a piedi dal cuore della città, si trova il famoso Cimitero degli Inglesi. Conosciuto anche come Cimitero dei fiori, deve la sua fama non solo alle incredibili fioriture primaverili, ma anche alla particolarità delle lapidi che ospita. Numerose tombe hanno fortissimi richiami alla cultura egizia importati nel corso dell’800, secolo delle esplorazioni; ecco che all’interno del cimitero fiorentino compaiono piramidi, obelischi e scarabei.

FIRENZE: DOVE MANGIARE

*DITTA ARTIGIANALE: Si tratta di un locale di design dove potete gustare goduriosi brunch, pranzi e colazioni scegliendo tra le numerose proposte. Buonissimi i pancake e l’avocado toast “componibile”. I prezzi sono forse leggermente alti, ma ahimè, Firenze non è una città particolarmente a buon mercato. Nota di merito per i caffè, preparati con una ricercatezza e una cura tra le più attente mai viste.

ditta-artigianale-firenze
Ditta Artigianale – ©Mordi&Fuggi
ditta-artigianale-firenze
Ditta Artigianale – ©Mordi&Fuggi

*S.FORNO. Semplicemente il mio budino di riso preferito al mondo. Ottimo forno situato nell’Oltrarno. Io ci sono stata per una dolce colazione, ma le proposte comprendono anche prodotti salati e si dilungano anche a pranzo. Il locale è rustico e dall’arredamento delizioso, e le colazioni… valgono un Milano – Firenze in giornata! Oltre ai freschissimi prodotti da forno si trovano anche pane e marmellata e yogurt. Io ho provato la torta di mele e il budino alla ricotta.

Una piccola zona bottega è adibita alla vendita dei loro prodotti, la granola trovo sia senza ombra di dubbio la migliore che abbia comprato. Ottimi anche i biscotti al grano saraceno. NB: Attenzione, non fanno servizio caffetteria, dispongono solamente di caffè americano e tea.

santo-bevitore-firenze
S.forno – ©Mordi&Fuggi
colazione-firenze
S.forno – ©Mordi&Fuggi
5555
colazione-a-firenze
S.forno – ©Mordi&Fuggi

*MERCATO CENTRALE: tappa che in realtà non è solo culinaria ma è una vera e propria attrazione. Si tratta di un reale mercato al coperto sviluppato su due piani, laddove uno è dedicato all’acquisto dei prodotti e l’altro al consumo… ed è tutto buonissimo! Obiettivo principale del Mercato Centrale è quello di ridare lustro alle diverse botteghe artigianali e a tutti i valori di cui si fanno ambasciatrici.

*OSTERIA CIPOLLA ROSSA: un locale rustico che porta a tavola la cucina tipicamente toscana. Qui ho assaggiato un’ottima ribollita accompagnata da secondi della tradizione e un servizio davvero gentilissimo e preparato.

*TRATTORIA DA GARIBARDI: direttamente nella Piazza del Mercato Centrale si trova questa trattoria toscana, che fra crostoni, zuppe e piatti della tradizione mi ha letteralmente fatto vibrare le papille gustative.

Firenze garibardi
Da Garibaldi – ©Mordi&Fuggi

*MARIONE: tipica trattoria e tipico menù toscani. Il ristorante non prende prenotazioni (purtroppo come tanti a Firenze, cosa che a parer mio non ha senso d’esistere), per questo vi consiglio di presentarvi direttamente sul posto al momento dell’apertura, per evitare spiacevoli code. Buonissimi i sapori, quelli veri. Mi ha colpito particolarmente la ribollita. Per essere a Firenze, anche i prezzi sono decisamente abbordabili.

Marine-firenze
Marine – ©Mordi&Fuggi
mangiare-a-firenze
Marine – ©Mordi&Fuggi

*BUCA MARIO: ristorante ricavato da un’ex cantina del ‘500 con una location di tutto rispetto… e un menù veramente soddisfacente. Salumi buonissimi, agnolotti veramente strepitosi e una bistecca alla fiorentina ottima. A fine pasto il cameriere porta i dolci freschi direttamente con il carrello fra i tavoli, tutti buonissimi, ma la torta della nonna è qualcosa di unico.

*FISHING LAB: Per quanto buona, Firenze non è solo carne, per questo è d’obbligo un salto nel locale dal nuovo concept vicino alla Galleria degli Uffizi. Un ristorante ampio e luminoso che serve pesce freschissimo, con impiattamenti creativi, in diverse cotture e a prezzi decisamente abbordabili. Vi ho convinto? PS: bellissima l’idea di poter scegliere se ordinare un piatto a porzioni intere o mezze, per assaggiare più cose!

2b 1

*TRATTORIA I 13 GOBBI: A colpire immediatamente è la location, dall’arredamento vintage e ricercato. Le proposte fanno parte delle tipicità toscane, deliziosi l’arrosto di vitella, il peposo e la ribollita.

555

Ma ora ecco qui qualche piccola chicca messa da parte per voi che vi apprestate a girare per Firenze:

  • Dove alloggiare: La Residenza Fiorentina. Carinissimo hotel 3* in pieno centro. Pulito, con un personale di una gentilezza infinita e dalle camere molto funzionali.
  • Come ci spostiamo? A piedi! Firenze non è troppo grande per essere girata a piedi, anzi, così facendo avrete modo di poter cogliere dettagli che altrimenti non notereste. Inoltre è tutto talmente un labirinto di zone dove le macchine non possono accedere, che non vi converrebbe nemmeno.
  • Negozi da non perdere? Sicuramente Migone, il negozio storico di confetti e dolci vicino a Piazza del Duomo e Mio Concept Store, il negozio super artigianale dagli oggetti unici.
2 1

Questi sono i miei posti del cuore a Firenze, ma se quello che cercate sono itinerari tra Val d’Orcia, Valdichiana e i meravigliosi paesaggi toscani, ho scritto articoli ad hoc!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *