Europa,  Italia,  Viaggi

Surfare in Sardegna: a Porto Ferro si può!

Forse non tutti lo sanno, ma a causa dei diversi venti a cui è soggetta, la Sardegna è un ottimo punto di partenza per chiunque si voglia avvicinare all’affascinante mondo del surf, ma non abbia modo e tempo di passare 3 mesi all’anno in Indonesia.

La patria del famoso porceddu ospita infatti diversi spot sparpagliati su tutta l’isola: Capo Mannu e Piscinas (Oristano), Buggerru (Carbonia-Iglesias), Cala Cipolla (Cagliari) e diversi altri.

Il punto più vicino a dove mi trovavo io era Porto Ferro, nella zona dell’algherese, quindi perché non provare? Più o meno tutti abbiamo sempre avuto il desiderio di cavalcare un’onda come nei film americani, di avere quella sensazione di padronanza e libertà, no?

Prima di raccontarvi della mia esperienza nel dettaglio, ci sono un paio di INFO UTILI da tenere ben presente:

  • Per raggiungere la spiaggia di Porto Ferro non seguite Google Maps, perché vi porterà ad una stradina chiusa e impraticabile; dovrete seguire per Capo Caccia (se arrivate da Alghero – Fertilia) oppure per Porto Conte (se arrivate da Sassari) finché non troverete le indicazioni di svincolo proprio per Porto Ferro.
  • Attenzione a dove parcheggiate l’auto, potrete lasciarla infatti solamente dove sono presenti gli appositi cartelli, altrimenti potrete stare quasi certi di trovare una multa a fine giornata. Per esperienza, vi consiglio di non parcheggiare nemmeno lungo la pineta che dovrete necessariamente attraversare. Multa da 41€ garantita. :’)
  • La spiaggia è molto wild, nonostante ciò, c’è una piccola zona attrezzata con ombrelloni e lettini alla tariffa giornaliera di 25€.

Ora, dopo tutte queste raccomandazioni da mamma chioccia, possiamo parlare del vero motivo per cui siete qui: surf, mare, onde.

La spiaggia è facilmente accessibile grazie ad una passerella in legno che costeggia il primo tratto di Porto Ferro, passando davanti ad un piccolo punto ristoro, alle docce a pagamento (50 cent.) e allo spazio dove è possibile noleggiare tavole da surf.

La sabbia ha un colore giallo-ocra, quasi dorato, e il colore del mare è blu-verde intenso.

Una volta trovato il vostro spazio nella lunga spiaggia – la parte finale è tendenzialmente occupata da naturisti – potrete finalmente dedicarvi allo sport!

Il noleggio di una tavola da surf è di 15€ all’ora, e in quel piccolo lasso di tempo potrete cavalcare le onde, che se di solito sono adatte a principianti, nelle giornate “giuste” raggiungono anche i 4 metri, per i surfisti più esperti.

Per chi volesse, è presente in spiaggia anche un servizio per cui è possibile ricevere lezioni di surf alla tariffa giornaliera di 50€.

Una delle motivazioni che incrementa la popolarità di Porto Ferro è probabilmente la sua grande versatilità, che lo rende perfetto per surfisti e non con onde che arrivano sia da destra che da sinistra, ecco, diciamo che sento di sconsigliarla a persone che non tollerano il vento oppure che soffrono di cervicale!

Se il vostro obiettivo principale è quello di trovare le migliori onde, allora il suggerimento è quello di visitare la spiaggia in primavera e autunno, poiché in estate le onde tendono ad essere più basse.

Io personalmente non avevo nemmeno mai nemmeno toccato con mano una tavola da surf, ma avendo lì un’amica con maggiore dimestichezza, mi sono affidata ai suoi consigli.

Quindi in quattro e quattr’otto mi sono ritrovata in mare a cavalcioni di una tavola bianca e azzurra ad aspettare l’onda che mi avrebbe aiutato a realizzare uno dei miei sogni.

Non vi racconto qui i tecnicismi di questo bellissimo sport, anche perché non li so e non vorrei darvi informazioni sbagliate, posso però dirvi che non so bene quante volte non sono riuscita ad alzarmi, quante volte l’onda che stava arrivando sembrava perfetta e invece dopo aver pagaiato si è spenta in un nulla, quante volte non ho riconosciuto l’onda giusta… ma alla fine ragazzi, è arrivata.

Un braccio dopo l’altro ho accompagnato la tavola a scivolare sull’onda, e nel momento in cui l’ho sentita infrangersi sulla pancia, ho puntato le braccia, ho alzato prima una gamba, poi l’altra e mi sono alzata.

Certo, è stata una cosa di forse una decina di secondi, ho rischiato di investire una bambina con la tavola e poi sono volata in acqua, ma ce l’ho fatta! Ed è stato bellissimo!

Non oso immaginare la sensazione che si prova a dominare veramente un’onda, a scivolarci sopra fino alla fine, a lasciarsi guidare dall’istinto per capire come muoversi… questo obiettivo si è ormai aggiunto ufficialmente alla mia bucket list!

La chicca di questa spiaggia… è che è BAU FRIENDLY!

Qui potrete venire infatti con il vostro amico a 4 zampe e godervi insieme a lui una giornata all’insegna del sole, delle onde e ovviamente, del divertimento.

Ne volete sapere un’altra di chicca!? A Porto Ferro organizzano dei Surf Camp di diversa durata con lezioni giornaliere per imparare a surfare… ci state facendo un pensierino, lo so!

Avete mai surfato!? Vi piacerebbe provare?

Fatecelo sapere con un commento qui sotto 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *