Cibo,  Pranzo

Zibo, i Cuochi Itineranti di Porta Genova

Il nome per intero è “ Zibo cuochi itineranti”, questo perché prima di diventare un vero e proprio ristorante in Via Caminadella 21, erano un food truck… e quando l’alta qualità degli ingredienti si incontra con un ottimo servizio, non può che nascere un successo, più stabile di un food truck.
La location in zona Porta Genova è piuttosto piccola, modesta, ma davvero accogliente e calda, esattamente come i ragazzi che ci lavorano.


I tavoli e le sedie sono in legno, un vecchio semaforo, alcune foto appese alle pareti e alcuni oggetti vintage sulle mensole sono l’anima del locale.


La specialità di Zibo sono i ravioli ripieni “come una volta”, nel senso che il condimento – sugo compreso – si trova all’interno di quello scrigno di acqua e farina.
Per fortuna a questo giro non eravamo solo io e Ale, quindi siamo riuscite a provare mooooolti più piatti, ma andiamo con ordine!
Tra gli antipasti o “sfizi” come li chiamano loro, io ho provato un gazpacho super-estivo, decorato con fave fresche, crostini di pane croccante e delle minuscole scaglie di pesca. Abbiamo provato anche i “mondeghili”, le tipiche polpette milanesi di bollito di manzo accompagnate in questo caso con cipolla agrodolce e maionese di rafano… ottime!


Tra i piatti principali io mi sono fatta tentare dai Gyoza allo scoglio, ovvero i tipici ravioli giapponesi piastrati con l’aggiunta di nero di seppia nell’impasto e ripieni di gamberi rossi di Sicilia, calamari, cozze e vongole. La sensazione in bocca era quella di un’esplosione di sapori, probabilmente il fatto che sia “tutto all’interno” del raviolo ha proprio questa come finalità!

Ma per voi non mi sono fermata qui! Ho infatti anche assaggiato i ravioli alla norma, che erano davvero ottimi, questa volta una piccola parte di condimento si trova anche fuori, pomodori e formaggio; il sapore era molto delicato e piacevole. L’ultimo primo che abbiamo ordinato sono i ravioli al pesto, fatti con l’impasto delle trofie e ripieni di pesto di basilico con patate, fagiolini e pinoli. In questo caso il sapore era indubbiamente più delicato rispetto agli altri piatti, e meno d’impatto… ma questo non vuol dire che non fosse buono, ANZI! Proprio la sua semplicità è il suo punto di forza, non è un caso che in molti credano nel less is more (di meno è di più). 


Per non peccare di ingordigia abbiamo deciso di assaggiare anche uno dei sandwich della carta e abbiamo optato per un panino di farina e riso con polpo piastrato servito con patata schiacciata all’arancia, rucola e cipolla in agrodolce. Buono, non c’è nulla da dire… però dopo aver assaggiato quei ravioli è rimasto un pelino nel limbo. Merita comunque un voto positivo 🙂


Il mio solito “dovere morale”mi ha costretta a provare per voi anche i dolci, che erano tre e tutti fatti in casa, nel dubbio li ho assaggiati tutti ed erano squisiti.
Nella nostra personalissima classifica si piazza al terzo posto una mousse al cioccolato fondente decorata con pistacchi, mandorle e lamponi; era buonissima, soffice e tiepida, esattamente come ce la si aspetta; la supera e si piazza al secondo posto un dolce in vasetto composto tipo cheesecake con alla base un crumble di avena e in cima una deliziosa gelatina di pesche e piccoli “chicchi” di lavanda. Questo dolce fa sentire l’estate in bocca, la freschezza e la leggerezza, esattamente quello che io amo trovare in un dessert.


Al primo posto un dolce in vasetto come il precedente, questa volta con alla base un crumble croccante di cioccolato bianco e sopra fragole con la loro gelatina. Lo so, penserete che sia semplice rispetto agli altri, ma il sapore in bocca era qualcosa di spaziale. Il fatto che non abbia fatto in tempo a fare la foto, vi fa capire con che velocità me lo sono spazzolato! 😛

Il conto è in linea con quello che viene offerto, con una spesa di poco meno di 20€ a testa abbiamo mangiato tutto quello che vi abbiamo elencato e troviamo che sia più che corretto!

La chicca: Zibo accetta a pranzo da lunedì al venerdì anche i buoni pasto!

Adesso cari lettori sarete divisi in due: chi l’ha già provato e chi l’ha messo in lista tra i ristoranti da provare! E voi di quale schiera fate parte?

 

Zibo

Via Caminadella, 21

Telefono: 02 35999463

Orari: martedì – sabato 12:30 – 15:00, 19:00 – 22:00

Giorni di chiusura: domenica e lunedì

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *