copertina 2
Mangiare a Milano,  Cena,  Pranzo

Bussarakham, per mangiare thai a Milano!

Per tutte quelle mattine in cui vorreste svegliarvi in Thailandia, davanti la bellissima spiaggia di Phi Phi Island Bussarakham, è la soluzione.
E pensare che sia sufficiente raggiungere la zona Porta Genova.

Bussarakham è la location che non ti aspetti a Milano, in grado di trasportarti direttamente in Oriente grazie all’arredamento quasi interamente in legno intarsiato, decorato da bellissimi Buddha e piante verdi.

bussarakham-milano
Bussarakham – ©Mordi&Fuggi

Il personale di sala è molto svelto e gentile. Inizialmente ho avuto l’impressione fosse ancora un pochino inesperto, d’altronde la sicurezza arriva solamente con il tempo e non lo vedo assolutamente come un limite.

BUSSARAKHAM: IL MENÙ

Il menù proposto è davvero ampio, tra antipasti, primi e secondi di carne, pesce.

Le prime portate sono state i Tung Tong, sacchetti d’oro con ripieno di arachidi, pollo e cipolla e i Por Pia’, mini involtini di pasta croccante con ripieno di verdure e spaghetti di soia.

Personalmente ho trovato i sacchettini dorati una spanna sopra agli altri, erano croccanti e delicati, e la salsina d’accompagnamento ne elevava il sapore.

bussarakham-milano
Bussarakham – ©Mordi&Fuggi

Khao Phad Khung, una deliziosa cupola di riso alla thailandese con uova strapazzate e gamberi; a prima vista si può pensare ad un piatto semplice e poco elaborato, ma vi assicuro che il sapore non era affatto “scontato”, anzi, non credo di aver mangiato riso tanto buono di recente!

Per proseguire ho scelto l’anatra fritta, ingrediente che riesco a trovare non troppo spesso, per questo non appena ho letto la voce in carta non ho avuto nessun dubbio: Kai Re Ped Tod Mamuang sia!

Anatra fritta accompagnata da salsa al mango. La frittura era leggerissima e la dolcezza del mango si sposava perfettamente.

mangiare-thai-milano
Bussarakham – ©Mordi&Fuggi
mangiare-anatra-milano
Bussarakham – ©Mordi&Fuggi

Ultimi, ma non per importanza i Khung Chob Pengtod, gamberi croccanti ricoperti da una leggera panatura di mais e cocco. Anche in questo caso la frittura era leggerissima, e la panatura di cocco non copriva la delicatezza del gambero.

mangiare-mirano-bussarakham
Bussarakham – ©Mordi&Fuggi

Non sono riuscita ad assaggiare i dessert, anche se ho notato con piacevole sorpresa che anche i dolci seguono le linee guida del ristorante, allontanandosi dalle classiche proposte.

Il conto è stato decisamente equilibrato rispetto alla qualità e al servizio che abbiamo ricevuto: 65€ per tutti i piatti, caffè e acqua.

E voi ci siete stati? Dove fuggite quando volete ritrovare un po’ di Thailandia a Milano?

Se quello che cercate invece è una REALE fuga in Thailandia, potreste leggere gli articoli in cui vi racconto il mioviaggio in solitaria nel paese del sorriso oppure divertirvi guardando le storie in evidenza su Instagram!

 

4 commenti

  • Paola

    Sono rimasta a bocca aperta dall’arredamento elegante del locale con qualche tocco orientale che si nota dalle vostre foto! Adoro la cucina thai, ma in Europa è molto difficile trovarla all’altezza delle aspettative, mi è capitato solo in Francia perché in qualsiasi altro posto era molto adattata al gusto locale. Se mi confermate che qui si mangia vero cibo thai me lo segno da provare durante la prossima gita a Milano 😉

    • mordiefuggi

      Ciao Paola! Siamo d’accordo, l’arredamento è davvero spaziale… e i sapori anche! Per ora non siamo state in Thailandia (provvederemo molto presto :P) ma tra tante cucine thai che abbiamo assaggiato, questa è sicuramente una delle più saporite e apprezzate! Segnalo pure, ne saremo direttamente responsabili! ahaha!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *